logo lendix

diventa

logo october
Scopri di piùContinuare a october.eu

Intervista a un’impresa Lendix #6: Ariostea

Oggi pubblichiamo l’intervista ad Arturo Moreschi alla guida di Ariostea M.H.S., un produttore di impianti di trasporto e stoccaggio di materiale plastico con sede a Brescia.
Ricordiamo che Ariostea ha ottenuto 750 000 € dalla community di prestatori Lendix per finanziare l’acquisto di un nuovo macchinario per la produzione di silos.
Una quota del presente finanziamento è stata coperta dalla garanzia rilasciata della Repubblica Italiana attraverso il “Fondi di Garanzia delle PMI”. Per maggiori informazioni clicca qui.

Breve presentazione: quali sono il suo percorso professionale e la storia della sua azienda?
Ho maturato, nei tredici anni che ho trascorso negli Stati Uniti, molte esperienze lavorative in diversi comparti anche a livello imprenditoriale. Rientrato in Italia sono entrato nel Gruppo ricoprendo incarichi di rilievo sia nel comparto tecnico che nel comparto commerciale estero. Nel 2011 ho costituito la società assumendone la conduzione con il ruolo di amministratore unico, affiancato da un team di provata esperienza che opera nel gruppo da molteplici anni.
Grazie alle specifiche competenze e innovazione tecnica maturate negli anni la nostra azienda è stata in grado di superare gli anni della crisi, di crescere e di divenire una delle aziende leader del settore. Gli impianti targati “Ariostea” sono presenti in tutto il mondo.

Per quale motivo ha pensato al social lending per finanziare il suo progetto?
Per le Piccole Medie Imprese, pur in costante e forte crescita, è sempre difficile (per le tempistiche e modalità operative) ottenere una pronta risposta e la giusta attenzione da parte del credito bancario finanziario. Il mercato, in tutte le sue sfaccettature, è in rapida e continua evoluzione e richiede all’imprenditore scelte rapide per cogliere le opportunità di crescita e sviluppo. Per concretizzare tutto questo, l’imprenditore ha bisogno di risposte pronte ed adeguate. La mia azienda ha individuato il canale social lending come strumento alternativo per diversificare le fonti di finanziamento.

È stato difficile convincersi ad affidarsi a una piattaforma on-line? Se sì, qual è stato l’elemento che ha sciolto i suoi dubbi?
Devo precisare che il nostro caso approccio alla piattaforma on line è stato diretto e senza intermediari consulenziali. Abbiamo raccolto le doverose informazioni. Constatato la serietà e la consolidata affidabilità di Lendix abbiamo approcciato con tranquillità operativa l’iter istruttorio. Tutto è proceduto con linearità e professionalità.

Per essere precisi, perché ha scelto proprio Lendix?
Lendix, tra le piattaforme on line, era quella che ci dava più affidabilità. Il risultato ha confermato appieno le nostre aspettative. Va riconosciuto a Lendix: professionalità, semplicità operativa e innovative modalità gestionali nonché rapidità decisionale nel valutare il merito creditizio.
Quali vantaggi ha ottenuto finanziandosi su Lendix (aumento del fatturato, nuove assunzioni, nuovi contratti, acquisto di ramo di azienda, etc.)?
Il supporto finanziario ottenuto ci ha consentito di attuare il piano di investimenti programmato (in nuovi macchinari, certificazioni e l’assunzione di nuovo personale qualificato) per consolidare e sviluppare lo strategico ed importante mercato giapponese.

Della sua esperienza in Lendix, vorrebbe cambiare qualcosa? Se si, cosa ci consiglierebbe?
Il rapporto con Lendix è stato molto positivo e soddisfacente, sotto tutti i profili.
Il suggerimento, meglio, la speranza è che il rapporto che si è instaurato venga vicendevolmente coltivato ed approfondito per consolidare e migliore sempre più il rapporto fiduciario. Aspetto fondamentale, a mio avviso, per facilitare la condivisione di nuove operazioni di finanziamento nel futuro.

Infine, vuole dare un consiglio agli imprenditori che ci stanno leggendo?
Di non avere alcun indugio ad aprirsi su queste nuove forme e strumenti creditizi.
Lendix, a mio avviso, rappresenta un importante e valido supporto creditizio, in una logica di diversificazione delle fonti di finanziamento, che può favorire la crescita delle Piccole e Medie Imprese.