logo lendix

diventa

logo october
Scopri di piùContinuare a october.eu

Intervista a un’impresa Lendix #1 Le Florida

Questa settimana, il Direttore di Le Florida (ristorante gourmet situato nella regione francese di Gers) ci racconta la sua esperienza con Lendix e il progetto imprenditoriale per il quale ha richiesto il finanziamento. A Gennaio, l’azienda ha ottenuto un prestito di € 83.000 per finanziare la costruzione di due nuove sale nel ristorante.

Si può brevemente presentare: qual è il suo background e la storia della sua azienda?

Il mio percorso è semplice. Figlio unico, sono cresciuto al Florida che oggi conduco. Mi sono adoperato, fin da bambino, per aiutare la mia famiglia laddove necessario. Dopo gli studi universitari in Economia e il programma Erasmus, non ho sentito il bisogno di tornare al “paese”. Ho deciso, invece, di seguire la mia passione per il lusso e la moda e ho lavorato in Promostyl e Trends Research Office come specialista in Marketing Operativo. In breve tempo, mi sono reso conto che questo era il settore che amavo e nei primi anni 2000, sono entrato nel Gruppo MaxMara come agente commerciale a Parigi. Dopo una decina di anni trascorsi a consolidare ed espandere lo sviluppo commerciale di grandi gruppi come Lvmh (Kenzo), Giorgio Armani e Lanvin, sono entrato nell’azienda di famiglia per garantire continuità all’attività di mio padre. Arricchito dal bagaglio di esperienze maturato in questi grandi gruppi e dai numerosi viaggi fatti, mi sono sentito pronto per prendere in mano le redini dell’attività di famiglia. Sono diventano così la quarta generazione a guidare il Florida.

Perché si è rivolto al crowd-funding?

Mi ha spinto una semplice constatazione: le banche non funzionano più. Non erogano più prestiti o lo fanno con molta cautela.

Ha esitato a chiedere un prestito su una piattaforma di finanziamento online? Se sì, che cosa l’ha convinta?  

Da un punto di vista anagrafico, faccio parte della generazione Internet. Ottenere un finanziamento su una piattaforma online non mi spaventa. Alcuni articoli letti su riviste professionali mi hanno convinto che questo nuovo modello rappresenta lo standard futuro del finanziamento delle imprese.

Perché ha scelto Lendix? 

Ho avuto una prima impressione positiva leggendo la stampa. Poi il sito web con la sua chiarezza e tutti i progetti pubblicati mi hanno convinto.

Quali benefici ha ottenuto tramite il finanziamento su Lendix (crescita dei ricavi, nuove assunzioni, ampliamento della base clienti, integrazione di nuovi business ecc…)?

Abbiamo pianificato i lavori di sviluppo di due nuove sale per il prossimo autunno!

C’è stato qualcosa nella sua esperienza Lendix che pensa possa essere migliorato?

Sono rimasto favorevolmente colpito dalla velocità di attuazione del progetto. Avendo già negoziato un prestito con una grande banca francese due anni fa, posso dire che è come il giorno e la notte. Da un lato un sistema lento e arcaico con interlocutori non adeguati e mal disposti. Dall’altro un team giovane e dinamico (anche se non l’ho mai incontrato), interazioni pertinenti, un processo solido e un lavoro ben fatto. Tutto è trasparente e comunicato in modo chiaro. Infine, la nozione di finanziamento “partecipativo” fa parte di un approccio collettivo che si basa sulla collaborazione al di là degli interessi generali o dogmi bancari chiusi.

Infine, si sente di dare qualche consiglio agli imprenditori e ai manager che ci leggono?

Sì, andate avanti superando i pregiudizi.