logo lendix

diventa

logo october
Scopri di piùContinuare a october.eu

october

Due nuovi ritratti per presentarti il Team October: Christelle e Tejas.

Due nuovi ritratti per presentarti il Team October: Christelle Yalap, Group Finance Director, e Tejas Sherkar, Head of Data Science.

Ogni compagnia è composta da persone e le persone sono l’asset più importante, a maggior ragione quanto la diversità permette di generare ulteriore valore per i colleghi, per le imprese, per i prestatori e per i partner.

“Team work makes it happen”: partiamo dal motto di Christelle per presentarti due nuovi manager.

Christelle Yalap, Group Finance Director

Di cosa ti occupi in October?

Lavoro a October come Group Finance Director.

Il nostro team si occupa quotidianamente da un lato di esaminare la conformità dei movimenti finanziari, di financial reporting, accounting, dall’altro sono responsabile di tutte le attività HR di October (ad esempio payroll management).

In qualità di Group Finance Director per October, lavoro a stretto contatto con tutti i team, amministratori delegati e fornitori esterni principalmente per:

  • aiutare e guidare il mio team, migliorando i processi dove necessario.
  • assicurarmi di rispondere a tutte le domande / esigenze interne ed esterne relative a questioni legali, fiscali, finanziarie e relative alla gestione del personale.
  • garantire che October sia conforme dal punto di vista finanziario, legale, fiscale e inerente alla gestione del personale in ogni paese in cui October opera: Francia, Italia, Spagna, Paesi Bassi e Germania.

Di cosa ti occupavi prima di unirti ad October?

Durante e dopo i miei studi ho lavorato per uno studio di Accounting e Audit.

In seguito mi sono trasferita a Londra e ho iniziato a lavorare per US Groups in Cerner nell’ambito di un progetto Finance operativo in Francia e Spagna; successivamente per Sungard (ora parte di FIS) come Statutory Finance & Tax Europa.

Dopo il mio rientro in Francia, ho lavorato per GE Power Conversion France come Financial Controller e per l’Head Quarter di GE Power Conversion come Operational Finance Controller responsabile della unit finance compliance & processes per l’intero gruppo prima di unirmi al team October.

Quale aspetto del tuo lavoro che ti appassiona di più?

Sono molto curiosa e amo le sfide, come è naturale ricoprendo un ruolo con responsabilità global, che include molte task (finance, tax, accounting, HR, processi, strategia…) in un contesto estremamente mutevole, in crescita e umano. In effetti, oltre a questo, la cosa più importante per me è lavorare con persone che si rispettano e si apprezzano vicendevolmente.

Quali sono le 3 skill di cui hai sicuramente bisogno nel tuo ruolo?

Vorrei prendermi la libertà di definire le skill richieste con queste 3 semplici citazioni:

  • “Team works make it happen”
  • “Today we should be better than yesterday”
  • “Identify the problem and focus on the solution

Cosa significano per te diversità ed inclusione?

Per la compagnia vorrei dire “Assumere e promuovere persone per le loro qualità, conoscenze e per il loro mindset senza considerare connotazioni fisiche”. Questa definizione è un must per le compagnie per vogliono performare, prosperare e durare.

Qual è stato il tuo primo punto di contatto con il mondo digitale?

Posso annoverare diversi momenti di contatto con il mondo digitale; ho lavorato per Cerner, che offre soluzioni digitali per gli ospedali; poi per Sungard, che offre soluzioni digitali per banche e assicurazioni.

Inoltre, i miei fratelli sono sviluppatori e hanno un’attività in proprio…perciò il digital fa un po’ parte della mia vita da sempre.

Quale impatto pensi che potrà avere la tecnologia sul tuo settore nei prossimi anni?

Il mondo stava già realizzando che la tecnologia sarebbe stata sempre più parte delle nostre vite e che qualcosa stava cambiando. La crisi dovuta al Covid ha considerabilmente accelerato questo cambiamento; possiamo dire che il mondo digitale è “uno dei vincitori in questo gioco” e penso che siamo alla “genesi dell’era tecnologica”.

Cosa fai nel tempo libero?

Spendo il mio tempo libero con la mia famiglia e gli amici; mangiare insieme (quando era possibile), viaggiare, visitare e vedere cose nuove.

Quello che amo è ancora essere stupita dalla semplicità e dalla natura.

Che tipo di lavoro ti piacerebbe svolgere se non lavorassi nel fintech?

Non c’è uno specific lavoro o settore per cui vorrei lavorare.

Ho 5 criteri/necessità per accettare un ruolo: un buon ambiente di lavoro; credere in quella tipologia di business; saper di poter dare valore aggiunto; svolgere un ruolo sfidante in un ambiente flessibile.

Tejas Sherkar, Head of Data Science

Di cosa ti occupi in October?

In qualità di Head of Data mi occupo di guidare il team Data Science e Analytics Capabilities per migliorare il processo di decision-making.

Di cosa ti occupavi prima di unirti ad October?

Ho lavorato come Data Scientist per un anno e mezzo presso Adyen ad Amsterdam. Poi è arrivata l’entusiasmante opportunità di unirmi al Team October e creare il Data Team. Sono felice di aver colto questa occasione da ingegnere energetico dell’IT Bombay con un dottorato in fisica applicata presso l’Università di Groningen.

Quale aspetto del tuo lavoro che ti appassiona di più?

E’ entusiasmante essere l’interfaccia tra business e tecnologia, traducendo le domande aziendali in soluzioni data science. Lavoriamo con tutte le aree dell’azienda, per le esigenze di analisi di con Sales/Credit/Operations oppure per rilasciare una nuova funzionalità con Tech e Product, come October Connect.

Quali sono le 3 skill di cui hai sicuramente bisogno nel tuo ruolo?

  1. Creatività: per essere in grado di interpretare ed interpretare i dati per costruire modelli predittivi e fornire valore all’azienda
  2. Sperimentazione: organizzare e testare diversi approcci / tecniche per innovare veramente
  3. Vision: per comprendere il contesto allargato del lavoro / progetto e garantire che la maggior parte dei progetti vada in produzione.

Cosa significano per te diversità ed inclusione?

Resilienza nel mio team, nella compagnia e comunità.

Qual è stato il tuo primo punto di contatto con il mondo digitale?

Ho iniziato ad occuparmi di programmazione durante gli anni della facoltà di ingegneria. Sebbene all’inizio non mi piacesse molto, alla fine ho abbracciato completamente la materia, prima durante il mio stage all’estero e poi come ricercatore universitario.

Quale impatto pensi che potrà avere la tecnologia sul tuo settore nei prossimi anni?

Penso che la tecnologia supporterà i processi del settore finanziario rendendoli più trasparenti e consentendo alle compagnie di creare sinergie.

Cosa fai nel tempo libero?

Amo andare in bicicletta (talvolta partecipo a delle gare), suonare la chitarra, leggere libri e ascolta musica (sopratutto rock).

Che tipo di lavoro ti piacerebbe svolgere se non lavorassi nel fintech?

Nell’Agritech o nel settore delle scienze Energetiche, con particolare attenzione alle soluzioni sostenibili non di sfruttamento.