lendix

diventa

logo
Scopri di piùContinuare a october.eu

Utilizziamo i cookies per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito. Proseguendo la navigazione dichiari di essere d'accordo. Scopri di più.

« Indietro a tutte le storie

C'era una volta… Holbox

“Quando i tuoi clienti sono top players del mercato, come L’Oréal, Coty, Unilever o Heineken, anche tu devi dare il massimo”, afferma Jan Hol, fondatore e proprietario di Holbox B.V.

L’azienda, con sede a Echt nei Paesi Bassi, si occupa della produzione di espositori in-store ed è stata fondata da Jan Hol nel 1995 che assieme al figlio Martijn la gestisce tutt’ora. In occasione di una breve intervista abbiamo chiesto a Jan e Martijn quali sono le sfide e le opportunità del fare impresa oggi.

  • business

    Area di attività

    Informazione e Comunicazione

  • loan

    Oggetto del finanziamento

    E-commerce

  • amount

    Importo finanziato

    1.000.000 €

  • duration

    Durata del finanziamento

    60 mesi

  • interests

    Tasso di interesse

    6%

Una vera azienda familiare

Jan Hol nasce come ingegnere navale ma nella vita ha operato in tutt’altro settore, quello del packaging e della produzione di espositori. La dedizione al lavoro è alla base della sua filosofia imprenditoriale, assieme alla ricerca dell’eccellenza. Da quando ha fondato Holbox non si è mai separato dalla sua azienda dimostrando sempre grande entusiasmo e trasmettendo la stessa passione anche agli altri membri della famiglia, la moglie e i tre figli che oggi contribuiscono con lui alla gestione dell’attività.
Fare l’imprenditore non smette mai di offrire nuovi stimoli. La possibilità di mettersi alla prova su progetti di volta in volta nuovi, coinvolgendo le persone che lavorano con te verso un obiettivo comune che con l’impegno di tutti viene poi portato a compimento rappresenta sempre una grande soddisfazione. Ad oggi, Holbox conta 400 dipendenti e ha un fatturato di circa 25 milioni di euro.

Holbox campione di qualità

Il business model di Holbox prevede il controllo dell’intera catena produttiva, dalla progettazione all’assemblaggio e alla logistica. L’azienda ha sempre puntato su macchinari ultramoderni, caratteristica che le ha consentito di offrire standard qualitativi d’eccellenza. “La nostra sfida principale, che è anche un grande stimolo, è rimanere al passo col mercato, comprenderne le evoluzioni”, ci racconta Jan Hol. La ricerca e l’innovazione sono state la chiave di questo percorso, che ha condotto Holbox a diventare punto di riferimento per clienti importanti come L’Orèal, Coty, Unilever e Heineken.

Alla ricerca di finanziamenti

Negli anni della crisi, dal 2008 in poi, Holbox aveva deciso di non ricorrere più alle banche e di basarsi sull’autofinanziamento. Se questa per alcuni anni si è rivelata una scelta opportuna, nel momento in cui l’azienda ha previsto un piano di sviluppo, gli investimenti necessari per metterlo in atto sono divenuti più consistenti e si è reso necessario il ricorso a fonti esterne. La ricerca di nuove fonti di credito è avvenuta attraverso una società di consulenza finanziaria di Amsterdam, tramite la quale Holbox si è avvicinata ad October. “L’analisi della nostra società è durata meno di una settimana, dopodiché il finanziamento è stato erogato. Ci è apparso un risultato davvero incredibile quello di ricevere 1 milione di euro tramite crowdfunding e in tempi così veloci”, afferma Martijn Hol.

Il progetto Holbox ha previsto un finanziamento di 1.000.000€ a 60 mesi per finanziare il rimborso di un prestito LIOF di 600.000€. LIOF è la società di sviluppo e investimento per la provincia olandese del Limburgo. Poiché Holbox B.V. è cresciuta in termini di entrate, per poter beneficiare del fondo PMI di LIOF, ha voluto rimborsare il prestito ed investire in un nuovo software e-commerce per un importo di 400.000€.